Chi siamo - Bert Mauri | Costruzioni in composito

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi è Bert Mauri?
All’anagrafe Bert Massimo Mauri, nasce a Riccione e cresce con la "malattia" del mare.
Crociere, regate e trasferimenti sono il suo ambiente di lavoro.

L’esperienza su Juno e la passione per la costruzione.
Nel 1989 diventa skipper dell’imbarcazione Juno per la quale realizza la prima ruota del timone in carbonio,
Imbarcazione di 15 metri, Juno viene allungata a 16,20 metri da Bert prima di essere messa in acqua per ottimizzare la velocità.
Ma non finisce qui. Tornato dalla partenza della Vendeè Globe e dopo aver studiato le barche oceaniche pronte per il giro del mondo, allunga il boma di Juno con un troncone di albero rotto, facendolo partire da coperta al posto del vang.
A bordo di Juno, Bert vincerà 3 Rimini-Corfù-Rimini, la 1000 miglia del mare.
Il cantiere.
Nel 1993 nasce il figlio Francesco e Bert decide di smettere di navigare per stare con la famiglia.
Con la moglie si trasferiscono nelle verdi colline di Montescudo, tra Rimini e San Marino.
Un capannone davanti a casa, e nasce il cantiere dove finalmente Bert può continuare a realizzare le sue costruzioni in composito.

Il primo progetto e tutto ha inizio.
La prima barca realizzata dal nuovo cantiere è Vulcangas, l’AMI 30 progettato da Alberto Fiorenzi, che sceglie Bert come costruttore.
La barca sarà protagonista di diversi podi in Tirreno e in Adriatico.

Dai Mini 650 ai Class 40 ma c’è anche altro.
Bert Mauri ha realizzato 3 Prototipi di Mini 650 , i piccoli missili dell’Oceano, tra cui 342 con il quale il giovane Michele Zambelli ha conquistato il 10° posto nella categoria Proto della Mini Transat 2013.
Successivamente entra nel circuito dei Class 40 costruendone 3 su progetto di San Manuard; BET 1128 capitanato da Gaetano Mura, Calaluna di Sergio Frattaruolo e l’ultima nata Kika Green Challenge di Cristiano e Alessio Verardo.

La passione per i materiali compositi.
Un artigiano fuori dall’ordinario, Bert Mauri realizza componenti e accessori in composito che sono frutto di studi e di esperienza ventennale.
"La gamma dei miei prodotti si compone di produzioni di serie, ma basta avere un disegno e si fa tutto"
Passerelle, scalette da bagno, ruote dei timoni, boma ma anche accessori come supporti per il radar vengono realizzati attraverso uno standar di qualità che solo l’artigianalità e l’esperienza possono garantire.
Dalla progettazione alla realizzazione senza passare da fornitori esterni, un valore aggiunto anche nel costo finale.

FIGLIO D’ARTE
Buon sangue non mente e forse è difficile non amare il mare e il mondo delle barche per chi, come Francesco, il figlio di Bert Mauri, è cresciuto tra scafi e passerelle o timoni in carbonio.
Se da piccolo giocava tra gli stampi delle imbarcazioni nel cantiere del padre ora si trova a lavorare per le barche del rinomato circuito della Coppa America.
Francesco Mauri è infatti nel Team di Luna Rossa come costruttore, specializzato in lavorazione di materiali in composito.
Una passione eredita dal padre e che sarà il futuro del cantiere.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu